Trattamento Reiki

REIKI è una parola giapponese che significa “Energia Vitale Universale” e nasce dall’unione di due concetti:

REI che possiamo chiamare “Energia Universale” ed è tutto ciò che esiste intorno a noi. 
E’ una forza presente in diverse culture del mondo, è chiamata Dio o identificata e personalizzata in un Essere Supremo con cui si può entrare in contatto attraverso varie forme tra cui la preghiera. Gli esseri umani che ne siano coscienti o no, sono guidati da tale forza, e attraverso essa sono costantemente spinti verso l’esperienza, l’amore e verso il mistero
KI che è un concetto fondamentale nella Medicina Tradizionale Cinese, in quella energetica Giapponese e nelle Arti Marziali e che possiamo tradurre come “Energia che scorre nel Corpo”. 
La Forza Vitale che scorre in ogni organismo vivente. Dagli Indiani è conosciuta come Prana, nella Medicina Tradizionale Cinese si chiama Chi e dai Giapponesi è chiamata Ki, e circola negli organi interni e nei meridiani del corpo umano.
Quindi il Reiki è la pratica di queste due forze che si uniscono, è un’antichissima tecnica di benessere olistico, riscoperta e perfezionata in Giappone nel 1922 dal maestro Mikao Usui e da altri maestri giapponesi dell’epoca, basato principalmente sulla meditazione e ascolto di sè, e sulla imposizione delle mani (ma non solo e non in maniera predominante), per la trasmissione dell’energia. L’Operatore Reiki, entrare in sintonia con quella parte del nostro essere, anima, che è un tutt’uno con l’energia universale. Il Reiki, fondamentalmente, si basa sul regime terapeutico di Ippocrate che mira a risvegliare e nutrire la “physis”, il potere di auto guarigione de nostro organismo. Il campo di applicazione del Reiki è il corpo fisico, mentale, emozionale e spirituale. 
Quando si verifica un blocco energetico il Reiki lavora rimuovendo questo blocco, lasciando che l’energia possa di nuovo scorrere liberamente. 
È un nutrimento interiore che si trasforma in benessere fisico, mentale e spirituale. È un metodo non invasivo, non comporta o non richiede alcuna predisposizione, è adatto a tutti, senza eccezione di età o di condizione fisica.
il Reiki viene trasmesso dall’operatore appoggiando le mani su alcuni punti del corpo della persona che percepisce una serie di diverse sensazioni, piacevoli e intense che riescono a sbloccare le tensioni e ad incanalare nell’organismo una nuova energia vivificante e universale, avviando quindi un processo di guarigione che investe il piano fisico, mentale, emozionale e spirituale.
Non è assolutamente necessaria alcuna nozione preliminare, nessuno sforzo per cercare di capire che cos’è: lentamente, ognuno con i suoi tempi la sentiamo scorrere in noi. 
Ed una volta percepita in noi, è molto più facile sentirla scorrere in un’altra persona.
Questa energia Reiki può essere utilizzata a piacere, in qualsiasi posto e da chiunque, non richiedendo nessuna predisposizione o strumento se non la propria volontà ed intento. Possiamo affermare che il Reiki è semplicemente la sana e sobria consapevolezza della propria energia interna, nostra di diritto sin dalla nascita, e utilizzata per la vita con l’intento di raggiungere una grande armonizzazione interiore, un benessere fisico e mentale. Praticare il Reiki ci rende più vivi, più energetici, più positivi, più aperti a consentire che l’energia vitale prevalga sulla malattia perché significa liberarsi da quel senso illusorio di separazione dal Tutto, e acquisire invece la conoscenza di essere un tutt’uno con l’Universo, .
Tutto ciò che vive, è energia.
In questa ottica in Olistica  Sweetness si può praticare Reiki con serate e scambi di gruppo o con sedute singole, qualora l’operatore lo ritenga utile e opportuno per il benessere della persona.